XXIV Concorso Pianistico Internazionale Rina Sala Gallo

XXIV Concorso Pianistico Internazionale Rina Sala Gallo
Commenti disabilitati su XXIV Concorso Pianistico Internazionale Rina Sala Gallo, 28/09/2016, by , in In Evidenza | Featured, Short News

Sabato 24 settembre Fiorenzo Pascalucci, vincitore del premio Rina Sala Gallo 2014, ha inaugurato la 24^ edizione del Concorso Pianistico Internazionale Rina Sala Gallo presso il Teatro Manzoni di Monza. Ventisei pianisti da tutto il mondo si esibiranno di fronte alla giuria composta da Enzo Restagno, Bruno Canino, Enrica Ciccarelli, Derek Han, Simon Hwang, Jin Ju, Alexey Lebedev, Lorenzo di Bella e Vovka Ashkenazy. Sabato 1 ottobre Carlo Tenan dirigerà l’ Orchestra Sinfonica di Milano G. Verdi nel concerto dei finalisti del concorso a partire dalle 17.30. Al termine, verrà proclamato il vincitore 2016.

Il Concorso Pianistico Internazionale Rina Sala Gallo si svolgerà dal 25 settembre al 1 ottobre 2016 presso il Teatro Manzoni di Monza.

On 24th september Fiorenzo Pascalucci, winner of Rina Sala Gallo 2014, opened the 24^ edition of the International Piano Competition at Teatro Manzoni in Monza. Twenty-six pianists from all over the world are going to play in the presence of the jury composed by Enzo Restagno, Bruno Canino, Enrica Ciccarelli, Derek Han, Simon Hwang, Jin Ju, Alexey Lebedev, Lorenzo di Bella e Vovka Ashkenazy. On 1st October Carlo Tenan will conduct the Orchestra Sinfonica G.Verdi ( Milan ) playing finalists’ concert starting from 17.30. At the end, the winner 2016 will be declared.

The International Piano Competition Rina Sala Gallo will take place from  September 25 to October 1, 2016 at the Teatro Manzoni Monza.

About Anna Laviosa

Nata il 10 maggio 1985, si laurea in Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo presso l’ Università di Genova e consegue la laurea specialistica in Scenografia all’ Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova. Amante del teatro e attrice amatoriale, nel 2009 viene selezionata come allieva del corso di Fotografia di scena presso l’ Accademia del Teatro alla Scala. Un anno dopo, il reportage de “ I Demoni ” di Peter Stein, le vale una pubblicazione sul New York Times. Parallelamente al lavoro di fotografa di scena, che la impegnerà a documentare la 56° edizione del Festival di Spoleto, porta avanti i suoi progetti artistici che espone in fiere specializzate ( Photissima Art Fair ) e in mostre personali ( Black Water a cura dell' Archivio Fotografico Italiano ). In ogni caso, la fotografia nasce da un incontro : è la ricerca appassionata di uno scambio, tanto più gratificante quanto più alla pari. Spesso il soggetto ritratto tende a vedere il fotografo come un ladro pronto a rubargli qualcosa di prezioso. E' vero. Ma così come ruba, altrettanto lascia qualcosa di sé e a quel punto la diffidenza si trasforma in complicità.
UA-30266169-1 Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: