XXIV Concorso Pianistico Internazionale | Rina Sala Gallo

XXIV Concorso Pianistico Internazionale | Rina Sala Gallo

Ventisei pianisti provenienti da Italia, Serbia, Russia, Gran Bretagna, Cina, Corea del Sud e Giappone hanno affrontato le selezioni per conquistare il palco della serata conclusiva al termine della quale giuria e pubblico, numeroso quanto affezionato, si sono trovati concordi nell’ attribuire il primo premio ad Alexander Panfilov, seguito da Federico Nicoletta e Maddalena Giacopuzzi. Premio Bach assegnato a Peng Lin.

Sostenuti dall’ Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi diretta dal Maestro Carlo Tenan, i tre finalisti si sono sfidati suonando : Tchaikovsky, Concerto N. 1 ( Giacopuzzi ) , Schumann, Concerto N. 4 ( Nicoletta ) e Beethoven, Concerto N. 5 ( Panfilov ).

In settimana, note di piano si sono propagate al vicino Liceo Zucchi dove un’ aula magna gremita di aspiranti musicisti ha ospitato Dmitrii Beliak , Peng Lin e Maddalena Giacopuzzi. I tre pianisti, dopo aver deliziato gli studenti con brevi esecuzioni di Stravinsky, Bach e Ravel, hanno risposto a domande tecniche e curiose.

Enjoy the progress, raccomanda Peng Lin ricordando che, proprio perché gli obiettivi si possono raggiungere e portare più in alto, bisogna sapersi godere il viaggio con impegno, determinazione e costanza. Ma anche con il cuore, aggiunge Beliak.

Di ritorno in teatro, rimango ammaliata dall’ interpretazione di un brano di Brahms. Cerco l’ artista per complimentarmi, lo trovo con la faccia pensierosa e chiedo :

Sei deluso?

Sì.

Perché hai suonato male?

Sì.

Nella mia sorda ignoranza, non capisco. So solo che ho visto giovani talenti inspirare musica e che molti di loro, espirandola, massaggiano davvero l’ anima di chi li ascolta.

Per maggiori informazioni: Concorso Rina Sala Gallo

Il concorso si è svolto dal 25 settembre a sabato 1 ottobre 2016 presso il Teatro Manzoni di Monza.

 

 

[ Enti Promotori : Comune di Monza – Associazione Musicale Rina Sala Gallo . Giuria : Enzo Restagno, Bruno Canino, Enrica Ciccarelli, Derek Han, Sunghoon Hwang, Jin  Ju, Alexey Lebedev, Vovka Ashkenazy. Pianisti : Mayuko Arita, Dmitrii Beliak, Michelle Candotti, Elena Chiavegato, Antonino Fiumara, Maddalena Giacopuzzi, Giuliano Graniti, Anna Kavalerova, Ilya Kondratiev, Roman Kosyakov, Rina Kurata, Peng Lin, Marco Mantovani, Sebastiano Mesaglio, Federico Nicoletta, Niklas Oldemeier, Alexander Panfilov, Seung Hye Park, Anna Pavlova, Aleksander Raos, Kiana Reid, Geusun Shim, Chiaki Shima, Alexander Sonderegger, Rui Xu, Yuna Yamaguchi. ]

About Anna Laviosa

Nata il 10 maggio 1985, si laurea in Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo presso l’ Università di Genova e consegue la laurea specialistica in Scenografia all’ Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova. Amante del teatro e attrice amatoriale, nel 2009 viene selezionata come allieva del corso di Fotografia di scena presso l’ Accademia del Teatro alla Scala. Un anno dopo, il reportage de “ I Demoni ” di Peter Stein, le vale una pubblicazione sul New York Times. Parallelamente al lavoro di fotografa di scena, che la impegnerà a documentare la 56° edizione del Festival di Spoleto, porta avanti i suoi progetti artistici che espone in fiere specializzate ( Photissima Art Fair ) e in mostre personali ( Black Water a cura dell' Archivio Fotografico Italiano ). In ogni caso, la fotografia nasce da un incontro : è la ricerca appassionata di uno scambio, tanto più gratificante quanto più alla pari. Spesso il soggetto ritratto tende a vedere il fotografo come un ladro pronto a rubargli qualcosa di prezioso. E' vero. Ma così come ruba, altrettanto lascia qualcosa di sé e a quel punto la diffidenza si trasforma in complicità.
UA-30266169-1 Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: