Stanza di Orlando

Stanza di Orlando
Commenti disabilitati su Stanza di Orlando, 02/12/2014, by , in In Evidenza | Featured, Short News

Buio. Una donna di spalle al centro del palcoscenico, una struttura scarna la limita. Uno specchio ed un lampadario spezzano la magra scena. Parole, frasi solitarie introducono un viaggio introspettivo: è Virginia Woolf che darà spazio ad Orlando, in uno scambio di personificazioni dell’universo della scrittrice inglese.

In un monologo fatto di pause, di parole, di movimenti, Maura Pettorruso conduce in un percorso riflessivo attraverso il pensiero frammentato e frammentario della Woolf. Così è anche la sceneggiatura della Giordano che, tra una capace regia e la scenografia scheletrica della Di Francesco, trova l’interesse del pubblico attento e coinvolto. Una gabbia, la Stanza di Orlando, che è anche tournure dell’abito letterario e fissa i movimenti apparentemente illogici del pensiero della Woolf.

Virginia si interroga sul processo scrittorio attraverso se stessa e attraverso Orlando; la Pettorruso lo mostra nel rapporto tra la fisicità della rappresentazione e la parola. Io non credo all’immortalità. Credo che quando sarò morta, la mia anima resterà qui. Fragile e indomabile cuore della mia stanza. Vecchi petali di rosa. Libri. Spazzola. Letto. Lavanda. Non toccare. Non entrare. Non bussare. Non disturbare Virginia è una scrittrice.

L’Io di Virginia si sdoppia intrappolata nella struttura ma anche protetta dalla struttura dei suoi pensieri lasciando spazio anche all’ironia in un contorto flusso di coscienza sulla volizione scrittoria e la voglia di vivere libera.

Per informazioni: Macelleria Ettore

Lo spettacolo è andato in scena il 20 e 21 novembre 2014 presso il Teatro Ringhiera di Milano.
Una produzione: Macelleria Ettore_teatro al kg e Spazio Off Trento Spettacoli | Teatro Ringhiera di Milano | di Carmen Giordano | con Maura Pettorruso | Installazione e costumi: Maria Paola Di Francesco | Luci e audio: Gianluca Bosio

More texts of “Rosalba Amorelli”More photos of “Rosalba Amorelli”

About Rosalba Amorelli

Rosalba Amorelli, siciliana di origine nasce nel 1977. Dopo aver conseguito una laurea in scenografia, collabora con alcune associazioni teatrali allestendo diversi spettacoli. Comincia a fotografare da autodidatta, seguendo alcuni festival, spettacoli, rassegne musicali e partecipando anche ad alcune mostre. L'amore per il teatro la porta a frequentare il corso di alta formazione professionale per fotografi di scena presso l’Accademia del Teatro alla Scala da febbraio a giugno, che le permette di fotografare molti spettacoli in diversi teatri a Milano, e di cimentarsi anche in altri campi tra cui la fotografia di studio e il ritratto.
UA-30266169-1 Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: