Project Polunin – Satori

Project Polunin – Satori

Sold out e pubblico in delirio per la prima nazionale di Satori, titolo con cui Sergei Polunin,  celebre ballerino, interprete e coreografo, debutta a Parma insieme a Natalia Osipova prima ballerina della Royal Opera House di Londra e ai solisti del Teatro Bol’šoj , del Teatro Stanislavskij di Mosca,  del Teatro Nazionale di Belgrado e del Balletto del Cremlino per inaugurare la nuova edizione di ParmaDanza.

Lo spettacolo Satori è presentato nell’ambito Project Polunin, progetto artistico con l’obiettivo di produrre nuove creazioni coreografiche grazie alla collaborazione tra ballerini, coreografi, musicisti e artisti provenienti da diversi ambiti.

Satori è un termine buddista giapponese che significa “risveglio improvviso” o “illuminazione” che si rivela solo attraverso l’esperienza personale. Per Sergei Polunin, Satori rappresenta il proprio percorso di ricongiungimento con l’amore per la danza e la passione per l’arte; un viaggio nel corso del quale il ballerino ha riunito un gruppo di artisti insieme ai quali ha creato un programma che si compone di tre parti, incluse due nuove produzioni.

Sul palcoscenico del Teatro Regio il programma si apre con First Solo, interpretato da Sergei Polunin e creato dal pluripremiato coreografo Andrey Kaydanovskiy, con le luci di Christian Kass. First Solo racconta la ricerca della libertà di un uomo attraverso quella stessa danza che lo rende schiavo; è una profonda meditazione personale sul dualismo tra la vita dell’artista e l’impegno per la libertà di pensiero e di movimento.

Lo spettacolo prosegue con Skrjabiniana,  tra le pochissime coreografie rimaste completamente intatte del grande coreografo Kasyan Goleizovsky sulle musiche di Alexander Skrjabin, nella ricostruzione coreografica di Ksenia Oyvental, con la regia e le luci di Roman Mikheenkov, i costumi di Sofia Filatova.

Infine la serata si conclude con Satori, coreografia ideata dallo stesso Polunin e diretta da Gabriel Marcel del Vecchio, con la colonna sonora originale del pluripremiato compositore Lorenz Dangel, le scene di David Lachapelle e i costumi di Angelina Atlagic. A interpretarla insieme a Polunin saranno Natalia Osipova, Alexey Lyubimov, Igor Tsvirko, Ljiliana Velimirov (Solista del Teatro Nazionale di Belgrado) e Dorde Kalenic (Allievo della Fondazione Nazionale della Danza di Belgrado).

Uno spettacolo dal forte accento emotivo che coinvolge e commuove il pubblico del Regio in estasi davanti alla bravura di questi grandi interpreti internazionali.

Lo spettacolo è andato in scena sabato 3 febbraio 2018 presso il Teatro Regio di Parma.

 

[FIRST SOLO | Coreografia ANDREY KAYDANOVSKIY | Musiche ALÈMU AGA, AGUSTIN LARA | Poesie ALEXANDER GALICH | Costumi MARTIN LEUTHOLD Luci CHRISTIAN KASS | Interprete SERGEI POLUNIN ]
[SCKRJABINIANA | Coreografia KASYAN GOLEIZOVSKY | Musica ALEXANDER SKRJABIN | Regia, luci ROMAN MIKHEENKOV | Ricostruzione coreografia KSENIA OYVENTAL | Costumi SOFIA FILATOVA | Interpreti SERGEI POLUNIN |NATALIA OSIPOVA, Prima ballerina, Royal Opera House | IGOR TSVIRKO, Primo solista, Balletto del Teatro Bol’šoj di Mosca |ELENA SOLOMIANKO, Solista, Balletto del Teatro Stanislavskij di Mosca | EGOR KHROMUSHIN, Solista, Balletto del Teatro Bol’šoj di Mosca | POLINA PODOLSKAYA, Solista, Balletto del Cremlino | EVGENIA SAVARSKAYA, Solista, Balletto del Teatro Bol’šoj di Mosca |ALEXEI LYUBIMOV, Solista, Balletto del Teatro Stanislavskij di Mosca |NINA KAPTSOVA, Prima ballerina, Balletto del Teatro Bol’šoj di Mosca |ANASTASIA GORYACHEVA, Primo solista, Balletto del Teatro Bol’šoj di Mosca]
[SATORI | Coreografia SERGEI POLUNIN |Musica originale LORENZ DANGEL |Regia GABRIEL MARCEL DEL VECCHIO |Scene DAVID LACHAPELLE | Costumi ANGELINA ATLAGIC| Luci CHRISTIAN KASS | Video DESIGN ZSOLT BALOGH|Suono TOM MARSHALL | Direttore del casting VALENTINO ZUCCHETTI |Interpreti SERGEI POLUNIN | NATALIA OSIPOVA, Prima ballerina, Royal Opera House |LJILIANA VELIMIROV, Solista, Teatro Nazionale di Belgrado | ALEXEY LYUBIMOV, Solista, Balletto del Teatro Stanislavskij di Mosca | IGOR TSVIRKO, Primo solista, Balletto del Teatro Bol’šoj di Mosca |DORDE KALENIC, Allievo, Fondazione Nazionale della Danza di Belgrado]

About Alessia Santambrogio

Nasce a Monza nel 1981. Da sempre amante delle immagini e della musica, dopo gli studi liceali classici ed universitari scientifici in campo biotecnologico, si dedica totalmente alla fotografia. Gli esordi sono legati ad esperienze di reportage a Parigi, cui segue un crescente impegno nella realizzazione di servizi dedicati a food, eventi e cerimonie. Lo stile giornalistico rimane la principale caratteristica delle immagini di Alessia, che realizza esposizioni presso le librerie Feltrinelli, pubblicazioni su quotidiani nazionali (Corriere della Sera, Repubblica) e su riviste specializzate (Espresso Food And Wine, Domus). Forte dell’esperienza acquisita e, soprattutto, motivata della grande passione per l’opera lirica ed il balletto, Alessia supera le selezioni all’Accademia Teatro alla Scala di Milano e consegue il diploma in Fotografia di Scena. Raccontare lo spettacolo nel suo insieme senza trascurarne i dettagli, narrare una storia ed il suo contesto descrivendo la pienezza della scena, trasmettere le emozioni dei personaggi ed il disegno armonico che li lega è alla base dell’incessante ricerca dell’equilibrio tra il tutto e le sue parti che caratterizza il suo stile narrativo.
UA-30266169-1 Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: