Preferirei di no

Preferirei di no
Commenti disabilitati su Preferirei di no, 12/04/2014, by , in Kairós, Teatro, Teatro di Prosa

Le storie dei dodici professori che si opposero a Mussolini

Un grande fondale, un baule e dei parallelepipedi: questa è la scenografia che introduce lo spettacolo “Preferirei di no”, in scena al Teatro Arsenale di Milano. Una scenografia minimale, ridotta alla sostanza dei semplici oggetti scenici, per raccontare un difficile pezzo della storia italiana, sotto la regia di Valentina Colorni.

L’ 8 ottobre del 1931 Mussolini impose ai professori universitari l’obbligo di sottoscrivere un giuramento di fedeltà al fascismo. Soltanto dodici, su un migliaio di docenti ordinari, non si piegarono al volere del duce: Ernesto Buonaiuti, Mario Carrara, Gaetano De Sanctis, Giorgio Errera, Giorgio Levi Della Vida, Fabio Luzzatto, Piero Martinetti, Bartolo Nigrisoli, Francesco ed Edoardo Ruffini, Lionello Venturi e Vito Volterra.

Dodici uomini con idee, motivazioni e credo differenti, ma uniti tra loro dall’integrità dei loro ideali di libertà, dignità e coerenza. Andarono contro corrente, opponendosi all’idea generale dell’epoca, invece di seguire la via più facile indicata dal fascismo.

Dodici persone contro un colosso dal quale vennero schiacciati come mosche, che hanno lasciato ai posteri una grande lezione di vita e di lotta per i propri ideali.

Quattro gli attori in scena: Mario Ficarazzo, Lorena Nocera, Giovanni Di Piano e Francesco Oliva, che si calano nei panni, ogni volta differenti, di un docente o di un ufficiale e, armati di un pennarello nero, inseriscono note e firme sul fondale, per sancire nero su bianco la storia del popolo italiano e della lotta per la libertà.

Per maggiori informazioni: Teatro Arsenale

Lo spettacolo è in scena dal 4 al 17 Aprile 2014 presso il Teatro Arsenale di Milano

 

Crediti dello spettacolo “Di Riccardo Mini | Tratto dal libro di Giorgio Boatti | Regia: Valentina Colorni | Attori e personaggi: Mario Ficarazzo, Lorena Nocera, Giovanni Di Piano, Francesco Oliva | Spazio scenico: Massimo Scheurer | Ambientazione sonora: Walter Prati | Luci: Christian Laface | Collaborazione artistica: Marina Spreafico, Ino Lucia | Produzione: Teatro Arsenale”

More texts of “Anna Agliardi”More photo of “Anna Agliardi”

About Anna Agliardi

Anna Agliardi nasce a Romano di Lombardia il 6 Marzo 1989. L’interesse per la fotografia arriva grazie al padre che la porta con se durante gli incontri in un circolo fotografico della zona all’età di quattro anni. Frequenta il Liceo Artistico Statale di Bergamo dove inizia il suo interesse per l’arte d i primi esperimenti con la macchina fotografica e la grafica. Nel 2012 si diploma a pieni voti presso la L.A.B.A. Libera Accademia di Belle Arti a Brescia dove frequenta il triennio di fotografia. Successivamente si iscrive all’ Accademia del Teatro alla Scala per frequentare il corso di fotografia di scena, raggiungendo in questo modo un punto di incontro tra sue passioni il teatro, la danza e la fotografia.
UA-30266169-1 Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: