Parassiti fotonici

Parassiti fotonici
Commenti disabilitati su Parassiti fotonici, 22/02/2016, by , in In Evidenza | Featured, Short News

La storia rappresentata è quella omonima scritta dal londinese Philip Ridley, autore-artista di testi che importunano, in cui risaltano personaggi carichi di ossessioni.

Riesce nell’intento di “infastidire” gli spettatori, Bruno Fornasari, regista e traduttore del testo di Ridley, grazie anche all’ottima interpretazione di Tommaso Amadio, Federica Castellini nei panni della coppia in cerca di una nuova abitazione in cui crescere il loro bambino.

In un futuro distopico, Jill e Ollie desiderosi di cambiar vita, lo faranno anche a costo di dover oltrepassare i propri limiti. Occasione che viene data dalla Signorina Dee, interpretata da una solida Elisabetta Torlasco, presenza quasi demoniaca, che fuga ogni titubanza della coppia: otterranno gratuitamente una casa a patto che la ristrutturino.

Durante la loro permanenza si accorgeranno di come, per poter ristrutturare, sia necessario scendere a compromessi con il lato più oscuro di sé. Si può migliorare la propria condizione umiliando il prossimo e/o eliminandolo? Lo scrupolo e il dubbio insinuatisi all’inizio lasceranno spazio alla certezza di una vita agiata fondata sulla mancanza di umanità e non solo.

Decisamente stimolante la confessione dei protagonisti, seduti sul boccascena, al pubblico per farsi perdonare le loro terribili scelte instillando però negli ascoltatori il sospetto dell’inevitabilità di tali preferenze.

Il Teatro Filodrammatici presenta ancora una volta uno spettacolo giovane, ironico, brillante. Basti ricordare quel veloce scambio di battute e di timbri tra Jill e Ollie, atti ad impersonare tutte le altre coppie presenti nel loro quartiere, durante la festa organizzata per il compleanno del loro bambino nella loro abitazione.

Per maggiori informazioni: Teatro Filodrammatici

Lo spettacolo è andato in scena dal 27 gennaio al 7 febbraio 2016 presso il Teatro Filodrammatici di Milano.

[testo di PHILIP RIDLEY | traduzione e regia di BRUNO FORNASARI | con TOMMASO AMADIO, FEDERICA CASTELLINI, ELISABETTA TORLASCO | scene AURELIO COLOMBO | costumi ERIKA CARRETTA | musiche originali MASSIMILIANO SETTI | assistenti alla regia MARCO RIZZO, CHIARA SERANGELI | assistente scene e costumi IRENE CONSONNI | Produzione TEATRO FILODRAMMATICI]

About Rosalba Amorelli

Rosalba Amorelli, siciliana di origine nasce nel 1977. Dopo aver conseguito una laurea in scenografia, collabora con alcune associazioni teatrali allestendo diversi spettacoli. Comincia a fotografare da autodidatta, seguendo alcuni festival, spettacoli, rassegne musicali e partecipando anche ad alcune mostre. L'amore per il teatro la porta a frequentare il corso di alta formazione professionale per fotografi di scena presso l’Accademia del Teatro alla Scala da febbraio a giugno, che le permette di fotografare molti spettacoli in diversi teatri a Milano, e di cimentarsi anche in altri campi tra cui la fotografia di studio e il ritratto.
UA-30266169-1 Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: