N.E.R.D.s -Sintomi

N.E.R.D.s -Sintomi
Commenti disabilitati su N.E.R.D.s -Sintomi, 01/06/2015, by , in Kairós, Teatro, Teatro di Prosa

Una parte di giardino con finto prato inglese, sedie bianche, festoni e palloncini; in sottofondo il verso delle paperelle e lo sciabordio dell’acqua: ci troviamo vicino ad un laghetto. Tutto è impeccabile e pronto ad accogliere la festa dell’anniversario di matrimonio dei genitori di Enri, Dani, Robi e Nico, quattro fratelli interpretati in maniera eccezionale, rispettivamente, da Tommaso Amadio, Riccardo Buffonini, Umberto Terruso e Michele Radice.

Il loro rapporto apparentemente tranquillo cela, in realtà, verità non dette, storie nascoste, instabilità comportamentali, bruciori di stomaco dovuti a disagi esistenziali (da qui il titolo della pièce, acronimo di Non Erosive Reflux Desease). Due generazioni a confronto: da un lato i genitori che, non direttamente presenti, testimoniano un rapporto consolidato e duraturo (cinquant’anni di matrimonio sono tanti!) e dall’altro i fratelli i cui rapporti instabili corrono lungo fili che s’intersecano e collegano le storie di ciascuno.

Vite quelle dei quattro che si sdoppiano, figure nelle figure: gli attori impersonano anche le mogli-amanti, con le loro borsette caratterizzanti e le papere, testimoni silenziose delle loro frustrazioni e ansie. I loro dialoghi, a volte irrazionali, divertono ma proiettano nella realtà delle relazioni incerte della società contemporanea.

Ogni momento scenico, che si conclude con il buio, è un’istantanea scattata a ciò che accade prima della festa vera e propria: Nico, sposato con Rita incinta, vorrebbe tornare con Laura della quale è innamorato anche Enri. Dani, omosessuale dichiarato, a cui Rita vorrebbe fare assumere la responsabilità di padre che Nico non accetta, rivede un ex-amante che scopre essere stato anche con Robi.

Una naturale interpretazione con toni da humour inglese tiene vivo l’interesse del pubblico aderendo perfettamente alla drammaturgia sferzante diretta da Bruno Fornasari. Dopo gli applausi la sorpresa: come in un flash-back gli spettatori si ritrovano a casa dei genitori, prima della festa, per scoprire simpaticamente che anche il loro matrimonio non è stato sempre rose e fiori.

Per informazioni: Teatro Filodrammatici – Milano

Lo spettacolo è andato in scena dal 7 al 24 maggio 2015 presso il Teatro Filodrammatici di Milano.

[di Bruno Fornasari | con Tommaso Amadio, Riccardo Buffonini, Michele Radice, Umberto Terruso | scene e costumi Erika Carretta | allestimento Enrico Fiorentino, Andrea Diana | direttore di scena  | assistenti alla regia Emanuela Caruso, Chiara Serangeli | regia Bruno Fornasari | produzione Teatro Filodrammatici]

More texts of “Gianluca Riva”More photos of “Rosalba Amorelli”

About Rosalba Amorelli

Rosalba Amorelli, siciliana di origine nasce nel 1977. Dopo aver conseguito una laurea in scenografia, collabora con alcune associazioni teatrali allestendo diversi spettacoli. Comincia a fotografare da autodidatta, seguendo alcuni festival, spettacoli, rassegne musicali e partecipando anche ad alcune mostre. L'amore per il teatro la porta a frequentare il corso di alta formazione professionale per fotografi di scena presso l’Accademia del Teatro alla Scala da febbraio a giugno, che le permette di fotografare molti spettacoli in diversi teatri a Milano, e di cimentarsi anche in altri campi tra cui la fotografia di studio e il ritratto.
UA-30266169-1 Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: