Monday Dance

Monday Dance

Monday Dance. Sei performance di danza contemporanea per quattro appuntamenti di lunedì – da ottobre a dicembre 2016 – sul palco del Teatro Nuovo di Napoli.

Monday Dance è la nuova rassegna ideata dal Teatro Pubblico Campano (TPC) in collaborazione con il Network ANTICORPI XL. L’ente campano promuove la danza contemporanea regionale e, insieme alla Rete Anticorpi e agli altri operatori del network nazionale, attiva progetti e azioni finalizzati al sostegno e alla crescita della cultura della giovane danza d’autore.

La rassegna del TPC guarda oltre i confini regionali e nazionali. Infatti, i danzatori si sono formati in Italia ma si sono consolidati all’estero, dove hanno trovato ampio consenso e spazio di ricerca. Tra questi, Mattia Russo e Antonio De Rosa nel 2014, hanno fondato a Madrid la compagnia di sperimentazione Kor’sia. A Manchester lavorano Ina Colizza e Antonio Apicella e hanno dato vita alla compagnia Matrafisc Dance, mentre in Francia, nel 2012, Francesco Colaleo e Maxime Freixas hanno fondato la Compagnie MF, coprodotta dal 2014 dalla compagnia italiana Artemis/Danza Monica Casadei.

Tra i lavori presentati a Napoli Beviamoci su_No Game di Colaleo/Freixas/Ugolini affronta la dipendenza (dall’alcol), Persona di Sveva Scognamiglio, la cui creazione sonora è affidata al sound-artist Attila Faravalli, approccia alla questione della ricezione e della memoria.

Dall’incontro, dai possibili sentimenti e relazioni partono gli spettacoli Bruise di Antonello Apicella e Ina Colizza, e Yellow Place di Mattia Russo e Antonio De Rosa, vincitori del secondo premio al Copenaghen International Choreography Competition (CICC). Luigi Aruta e Giada Ruoppo raccontano di Paolo e Francesca, del loro incontro e del destino che li legherà per sempre.

Il racconto di qualcosa di intraducibile e misterioso, di vitale e oscuro allo stesso tempo, il Duende appunto, è il lavoro di Francesca Amoruso con i danzatori dell’ARB Company.

Dunque i sei lavori riflettono e approfondiscono le relazioni umane, pare rappresentarle tutte in Persona la figura coperta da un cumulo di abiti che le danno forma e la animano.

 

Per informazioni: Teatro Nuovo Napoli

Lo spettacolo è andato in scena il 24 ottobre, 14 e 28 novembre e 12 dicembre 2016 presso il Teatro Nuovo di Napoli.
[Beviamoci su_ No Game: regia, coreografia ed interpretazione Francesco Colaleo, Maxime Freixas, Francesca Linnea Ugolini | musiche Mauro Casappa | in co-produzione con la Compagnia Artemis Danza/Monica Casadei e in collaborazione con ACS Abruzzo Circuito Spettacolo | in collaborazione con Network Anticorpi XL | Persona: concezione ed interpretazione Sveva Scognamiglio | creazione sonora Attila Faravelli | occhio esterno Chiara Orefice | in collaborazione con Network Anticorpi XL | Bruise: coreografia ed interpretazione Antonello Apicella, Ina Colizza | in collaborazione Akerusia Danza e Network Anticorpi XL | Yellow Place: ideazione e coreografia Mattia Russo e Antonio De Rosa | in collaborazione con Network Anticorpi XL | drammaturgia Paco Bezerra | interpreti Antonio De Rosa, Mattia Russo | luci Diego Tortelli | costumi David Delfin | assistente Giuseppe Dagostino | video e foto Alejandro Garrido | presentato da KOR’SIA | Paolo e Francesca: coreografia Luigi Aruta | autori e interpreti Luigi Aruta e Giada Ruoppo | in collaborazione con Network Anticorpi XL | Compagnia Borderline | Duende: coreografie Francesca Amoruso| interpreti | produzione ARB dance company | direzione artistica Annamaria Di Maio | in collaborazione con Network Anticorpi XL]

About Rosa Sanzone

Nata a Gragnano nel 1987, si avvicina alla fotografia e al teatro iniziando a collaborare con una compagnia teatrale universitaria. Da allora pratica la fotografia di scena fino a specializzarsi nel 2015 all’Accademia del Teatro alla Scala. Attualmente lavora come fotografo freelance.

One comment

  1. Rossana Gombetti
    gennaio 21st, 2017 17:07

    Bravissima Rosa!, Foto bellissime! <3

UA-30266169-1 Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: