Molière

Molière
Commenti disabilitati su Molière, 04/04/2016, by , in Kairós, Teatro, Teatro di Prosa

Inserita nella programmazione del Festival Internazionale Teatro di Immagine e di Figura, “IF”, la pièce di Molière proposta al Teatro Verdi porta con sé il peso di grande aspettativa del pubblico. La Piccola Compagnia della Magnolia, già positivamente recensita per questo lavoro presentato anni fa, cattura con la forza scenica dei suoi comédiens, con lo spirito originario del teatro popolare.

Nell’adattamento del regista Antonio Dìaz-Floriàn c’è la volontà di rendere vivo un grande commediografo attraverso le paturnie e le contraddizioni del protagonista Argan, sempre più Molière e sempre forte fino all’atto finale della sua dipartita.

Lo spettacolo comincia subito dopo l’apertura della sala. La maschera controlla i biglietti ed ecco gli attori-personaggi con i loro voluminosi abiti bianchi schierati e pronti ad accogliere sorridenti il pubblico distribuendo il programma di sala. Poi il buio. Gli attori prendono posizione. Il suono di colpi di tosse, forte, accoglie gli spettatori stavolta nella rappresentazione.

In scena, così, l’ossessione per la medicina e per i medici, tipico di Molière, le trame familiari d’amore e per l’eredità, le chiacchiere e le riflessioni sulla vita.

La comédie di Molière presuppone grande energia e controllo da parte degli attori. Un superbo Davide Giglio, nel ruolo di Argan, rende la narrazione fluida. Così come forte è la presenza di Giorgia Cerruti nei panni della domestica Tonina e che, tra l’altro, ha curato l’importante compito della direzione d’attore.

Unico elemento scenico, una sedia, poltroncina-trono del padrone Argan-Molière. Tutto viene diretto da lì. Anche lo spettatore. Un grande telo rosso sul fondale si pone come limite da cui entrano ed escono i personaggi e oltre il quale c’è chi conduce una vita normale. Altra nota di merito per i costumi, che con la loro mole manifestano quella caricatura comica del teatro popolare e che ben s’accoppiano al semplice trucco di carattere mimico.

La rappresentazione come atto unico ha subito, dopo metà spettacolo e per un breve arco temporale, un lieve abbassamento di tono che comunque non ha intaccato il continuum performativo. In un gioco teatrale di figura come questo sono gli attori a tornare vincitori dalla battaglia tra finzione e realtà. Di certo la loro bravura, la loro performance ha reso omaggio a un grande autore, alla purezza del teatro come rappresentazione della realtà e al pubblico che nel sorriso ripaga soddisfatto.

Per maggiori informazioni: Teatro Verdi – Milano | Piccola Compagnia della Magnolia

Lo spettacolo è andato in scena l’11 e 12 marzo 2016 presso il Teatro Verdi di Milano.

 

[adattamento e regia ANTONIO DÌAZ-FLORIÀN | traduzione e direzione d’attore GIORGIA CERRUTI | assistente alla regia di GRAZIELLA LACAGNINA | con DAVIDE GIGLIO, GIORGIA CERRUTI, CAMILLA SANDRI, PIERPAOLO CONGIU, FEDERICA CARRA, LUCA BUSNENGO | scenografia DAVIDE LÉON | realizzazione maschere CLAUDIA MARTORE | ideazione costumi ABEL ALBA | realizzazione costumi MONICA VITELLO e PAOLA BERTELLO (ISTITUTO MARA SCALON – TORINO), BRUNA e LUISA ACCORNERO, ATELIER PCM | luci QUIQUE PEÑA | co-produzione PICCOLA COMPAGNIA DELLA MAGNOLIA – TORINO / THÉÂTRE DE L’EPÉE DE BOIS – CARTOUCHERIE DE VINCENNES – PARIGI]

About Rosalba Amorelli

Rosalba Amorelli, siciliana di origine nasce nel 1977. Dopo aver conseguito una laurea in scenografia, collabora con alcune associazioni teatrali allestendo diversi spettacoli. Comincia a fotografare da autodidatta, seguendo alcuni festival, spettacoli, rassegne musicali e partecipando anche ad alcune mostre. L'amore per il teatro la porta a frequentare il corso di alta formazione professionale per fotografi di scena presso l’Accademia del Teatro alla Scala da febbraio a giugno, che le permette di fotografare molti spettacoli in diversi teatri a Milano, e di cimentarsi anche in altri campi tra cui la fotografia di studio e il ritratto.
UA-30266169-1 Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: