Mercuzio non vuole morire

Mercuzio non vuole morire
Commenti disabilitati su Mercuzio non vuole morire, 09/12/2013, by , in Kairós, Teatro, Teatro di Ricerca

[Compagnia della Fortezza | Ideazione e regia: Armando Punzo | Con i detenuti attori della Compagnia della Fortezza del Carcere di Volterra]

La Compagnia della Fortezza torna a Milano con lo spettacolo “Mercuzio non vuole morire”. Nata all’interno del carcere di Volterra, La Fortezza è la più celebre ed antica compagnia di detenuti attori d’Italia. Divenuta fenomeno mondiale, è famosa per spettacoli di forte impatto emotivo e l’appuntamento proposto al Teatro Menotti ne è la conferma. Una cinquantina di attori portano sul palco la storia ben rivisitata del classico dei classici di  Shakespeare: “Romeo e Giulietta”. Al centro della vicenda, questa volta, non saranno i due innamorati, ma Mercuzio, che fugge dalla trama della tragedia rifiutandosi di morire. Citando Armando Punzo, ideatore e regista del dramma, ” nella morte di Mercuzio c’è la morte di un mondo, di una parte fondante e fondamentale senza la quale l’uomo scivola inevitabilmente verso la tragedia. Gli artisti e i poeti vengono schiacciati in democrazia come sotto un qualsiasi totalitarismo”. Lo spettacolo proposto dalla compagnia toscana è un’opera interattiva e coinvolgente. Il pubblico è “contagiato” dagli attori in scena. Agli spettatori, inoltre, viene chiesto di portare con sé due semplici oggetti che contribuiranno alla realizzazione di alcune scene in cui l’intero teatro è protagonista: un guanto rosso ed un libro che abbia un valore simbolico o che rappresenti qualcosa di importante per la propria vita.

Un evento straordinario che ha commosso ed emozionato un grande pubblico.

Lo spettacolo è andato in scena il 30 novembre 2013 presso il Teatro Menotti di Milano.

Articolo e fotografie a cura di: Lidia Crisafulli

About Lidia Crisafulli

Lidia Crisafulli, classe ’91, armata solo di una primitiva reflex e tanta voglia di imparare, riesce a salpare dalla sua città natale, Catania, poco produttiva dal punto di vista fotografico, approdando ai porti (immaginari!) di Milano, per unirsi all’Istituto Italiano di Fotografia. Qui ha la possibilità di approfondire le sue conoscenze fotografiche, variando dalla fotografia di reportage alla fotografia in studio. Dopo il diploma, decide di entrare nel mondo dello spettacolo (naturalmente dietro l'obiettivo!) ed entra a far parte dell'Accademia del Teatro alla Scala. Fotografa attori, musicisti, spettacoli, concerti. Attualmente è attiva soprattutto nel campo della fotografia di scena e nel reportage.
UA-30266169-1 Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: