Macbeth

Macbeth
Commenti disabilitati su Macbeth, 05/03/2012, by , in Kairós, Teatro, Teatro di Prosa

di William Shakespeare con Raffaella Boscolo e Stefano Braschi e con Arianna Aragno, Chiara Anicito e Odìssea, regia di Raffaella Boscolo

In questo Macbeth, che  rimane archetipo della brama di potere e dei suoi pericoli, gli eventi sono relegati oltre una metaforica parete. Della tragedia restano i trasalimenti, le paure, le percezioni alterate, gli strepiti e i furori.

L’attenzione è focalizzata su Macbeth e la sua Lady anziché sull’andamento della storia in tutti i suoi passaggi. Spinta dall’ambizione, la coppia progetta di uccidere il re. L’atmosfera è notturna e sinistra, non si vedrà mai un raggio di sole.

La feroce Lady tiene le fila della storia manovrando il suo sposo, ma gli avvenimenti tradiscono i suoi propositi e ci rivelano una Lady fragile, mentre un gioco sanguinario travolge Macbeth.

Nelle pieghe dei  pensieri, intenti e conflitti  dei protagonisti  compaiono le streghe, emanazioni delle loro stesse menti. Le tre appaiono e scompaiono come fantasmi che predicono, maledicono, affascinano il protagonista che anela al sapere e alla conquista. Il viaggio non ha una conclusione tragica, come sarebbe plausibile; l’autore sceglie un epilogo con Macbeth che dichiara la sua funzione di attore.

Articolo e fotografie: Camilla Cerea e Susanna Broccolino

About Camilla Cerea

Classe ’88, nata e cresciuta a Milano, laureata in Scienze dei beni culturali curriculum Storia dell’arte presso l’Università Statale di Milano con una tesi di ricerca di archiviazione fotografica che sviluppa il tema dell’importanza della fotografia come fonte storica. Inizia il suo percorso formativo nella fotografia seguendo un corso di fotografia editoriale, successivamente consegue il diploma con Certificazione Europea di fotografia presso l’Accademia dello spettacolo a Milano. Si innamora del teatro e della fotografia di scena dopo aver seguito come fotografa per tre anni la compagnia teatrale Quartaparete-Conteatrovivo. All’inizio del 2011 frequenta il corso di alta formazione professionale per fotografi di scena presso l’Accademia del Teatro alla Scala che le permette di fotografare spettacoli in diversi teatri del nord Italia tra cui il più importante: il Teatro alla Scala. Durante gli anni di formazione ha avuto la possibilità di toccare diversi campi della fotografia: teatro, studio e ritratti. Nel 2012 ha lavorato al Teatro Leonardo da Vinci presso l'ufficio promozione.
UA-30266169-1 Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.