Last Supper – Festival Intercity

Last Supper – Festival Intercity
Commenti disabilitati su Last Supper – Festival Intercity, 26/10/2014, by , in In Evidenza | Featured, Short News

L’ultima cena è l’ultima occasione per condividere del cibo ma anche dei pensieri. Quali messaggi hanno lasciato ai posteri i più importanti personaggi della storia? Il regista Mole Wetherell li ha raccolti nella piéce Last Supper, ispirandosi, così dichiara, al film “Il cuoco, il ladro, sua moglie e l’amante” di Peter Greenaway. Gli spettatori sono invitati a cena mentre tre attori, nel ruolo dei padroni di casa, narrano le storie e riportano le ultime parole di personaggi più o meno famosi. Criminali, vittime ed eroi del passato e del presente: Beethoven, Che Guevara, Maria Antonietta, i condannati nel braccio della morte e le vittime di Hiroshima. Storie bizzarre animano la cena, creando un’atmosfera caratterizzata da umorismo e intensità emotiva. Come in ogni cena che si rispetti, i posti sono limitati ed è per questo altamente consigliato prenotare il proprio posto e scoprire così cosa verrà letteralmente servito.

Per maggiori informazioni: Reckless Sleepers e Festival Intercity

Lo spettacolo è andato in scena il 13 ottobre 2014 al Teatro della Limonaia di Sesto Fiorentino (FI) all’interno del Festival Intercity.

Regia e drammaturgia: Mole Wetherell | con: Sara Allevi, Teodoro Bonci Del Bene, Matteo Lanfranchi | traduzione: Andrea Pagani | luci Mauro Marasà | produzione: Marche Teatro – Teatro Stabile Pubblico / Reckless Sleepers

More texts of “Simona Fossi”More photos of “Simona Fossi”

About Simona Fossi

Toscana d’origine, ma giramondo per vocazione. Dopo la maturità scientifica si dedica all’arte all’accademia di Firenze, poi si specializza con il corso di laurea in Fotografia alla L.A.B.A. (www.laba.biz) La fotografia, a partire dall’analogico è sempre stata presente nella sua vita e testimone delle sue esperienze, dei suoi viaggi, dei suoi cambiamenti. In questi anni ne sperimenta ogni suo aspetto fino a preferire la fotografia in presa diretta, il reportage. La collaborazione con varie associazioni ludiche la porta a ritrarre eventi di giochi di ruolo e animazione teatrale, nonché rievocazioni storiche, anche se il primo approccio con la fotografia di spettacolo è con il teatro di strada. Per questo nel 2009 frequenta il corso di Fotografia Teatrale presso il Centro per la Fotografia dello Spettacolo (www.occhidiscena.it) a San Miniato. Successivamente realizza reportage per eventi come Mercantia (Certaldo), Lucca Comics (Lucca), Carnevale di Venezia, Carnevale di Viareggio, vari festival musicali e di danza. Parallelamente sviluppa un esperienza di ricerca nel reportage musicale e di animazione clubbing con Tillate e la collaborazione col Circo Nero. Crea l’etichetta “Peek or Treat” (www.peekortreat.com) e partecipa al gruppo “Light Motion” (www.lightmotion.it). Nel 2011 vince il terzo premio al concorso “Fotografando la musica” di Musicastrada (www.musicastrada.it). Nel 2012 vince il premio speciale della giuria al concorso “La Prosa in Posa” di Ensarte (www.ensarte.com) ed il primo premio al concorso “Scene da una fotografia” di DoveComeQuando (http://www.dovecomequando.net). Attualmente, oltre a lavorare in proprio, collabora con l’agenzia di fotogiornalismo Kika Press di Milano e di recente con la web-zine di teatro Kairos Magazine. Realizza reportage di scena, eventi, spettacoli, concerti. Dopo l’esperienza con la danza e con l’animazione, si dedica al teatro di sperimentazione con la Compagnia delle Arti Distratte e TeatroAnnoZero. Cerca da sempre di far convergere ogni sua passione nella fotografia, non limitandosi all’osservazione ma immergendocisi dentro… una sorta di metodo Stanislavskij della fotografia.
UA-30266169-1 Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: