Il Tiglio. Foto di famiglia senza madre

Il Tiglio. Foto di famiglia senza madre
Commenti disabilitati su Il Tiglio. Foto di famiglia senza madre, 12/03/2012, by , in Kairós, Teatro, Teatro di Prosa

testo di Tommaso Urselli

con Massimiliano Speziani, Filippo Gessi, Teresa Timpano, regia di Massimiliano Speziani, Produzioni Speziani&Urselli/ScenaNuda/SpazioTertulliano.

Tiglio: una casa protetta con un nome che «sembra il paradiso», ma dove la sensazione più forte è quella di essere solamente prigionieri e «robot». Il padre del nostro spettacolo, in preda all’esasperazione, al Tiglio non riesce a fare a meno di mandare il figlio con disturbi psichici.

Noi spettatori assistiamo alla complicata separazione e al doloroso scontro tra genitore e figlio accanto a quel testimone ambiguo dell’assistente sociale, cui sono affidate le didascalie del testo.

La serie di incontri tra i due, in cui vediamo alternarsi turbolenta tenerezza, feroci incomprensioni, litigi, dialoghi beffardi e surreali, non può far altro che coinvolgerci emotivamente in queste due vite colme di emarginazione e quotidiane miserie fino all’epilogo, nel quale nessuna risposta è concessa.

Chi? Dove? Quando? Perché? ma soprattutto (Come) sarebbe possibile fornire un sostegno non invasivo in situazioni di tale disagio?

Gli interrogativi dopo Il Tiglio non potranno far altro che moltiplicarsi, e con essi innumerevoli spunti di riflessione.

About Camilla Cerea

Classe ’88, nata e cresciuta a Milano, laureata in Scienze dei beni culturali curriculum Storia dell’arte presso l’Università Statale di Milano con una tesi di ricerca di archiviazione fotografica che sviluppa il tema dell’importanza della fotografia come fonte storica. Inizia il suo percorso formativo nella fotografia seguendo un corso di fotografia editoriale, successivamente consegue il diploma con Certificazione Europea di fotografia presso l’Accademia dello spettacolo a Milano. Si innamora del teatro e della fotografia di scena dopo aver seguito come fotografa per tre anni la compagnia teatrale Quartaparete-Conteatrovivo. All’inizio del 2011 frequenta il corso di alta formazione professionale per fotografi di scena presso l’Accademia del Teatro alla Scala che le permette di fotografare spettacoli in diversi teatri del nord Italia tra cui il più importante: il Teatro alla Scala. Durante gli anni di formazione ha avuto la possibilità di toccare diversi campi della fotografia: teatro, studio e ritratti. Nel 2012 ha lavorato al Teatro Leonardo da Vinci presso l'ufficio promozione.
UA-30266169-1 Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: