Il berretto a sonagli

Il berretto a sonagli
Commenti disabilitati su Il berretto a sonagli, 07/03/2016, by , in Kairós, Teatro, Teatro di Prosa

“ll Teatro non è archeologia. Il non rimettere le mani nelle opere antiche, per aggiornarle e renderle adatte a nuovo spettacolo, significa incuria, non già scrupolo degno di rispetto. Il Teatro vuole questi rimaneggiamenti, e se n’è giovato incessantemente, in tutte le epoche ch’era più vivo.”

E’ da queste parole del grande drammaturgo Luigi Pirandello che emerge un po’ la filosofia del regista e attore Valter Malosti, che ha rivisitato per il pubblico moderno uno dei testi teatrali più popolari dell’autore, Il berretto a sonagli (in originale siciliano “ ‘A birritta ccu ‘i ciancianeddi” del 1917). Questa rivisitazione è stata possibile grazie al ritrovamento del testo originale (nel 1965 poi pubblicato nel 1988).

L’artista fa emergere alcuni punti fondamentali cari a Pirandello, che il capocomico Angelo Musco (anche primo storico interprete della pièce) aveva omesso e cambiato totalmente, a cominciare dal personaggio di Ciampa:  “buffone tragico” (come viene definito da Malosti), al quale viene restituita  la personalità originale e liberato dalle convenzioni. Riacquistano spessore e importanza la co-protagonista Beatrice Fiorìca e tutti gli altri personaggi che erano stati messi in ombra dal primo Ciampa modellato da Musco.

Per Malosti questa non è la prima rivisitazione di un testo teatrale, si era già cimentato con successo presentando La scuola delle mogli di Molière (2010), con la stessa compagnia teatrale Teatro di Dioniso, da lui fondata.

Il dramma viene magnificamente rappresentato anche grazie all’intensa bravura di tutti gli interpreti, alla forte ed incisiva scenografia e alle morbide luci.

Lo spettacolo è andato in scena dal 2 al 7 febbraio 2016 al Teatro Gobetti di Torino e sarà in tour nelle seguenti date: il 23-24 febbraio al Lac di Lugano, 26 febbraio al Teatro Milanollo di Savigliano (CN), 8-9 marzo al Teatro Ponchielli di Cremona e il 10 marzo al Teatro Don Bosco di Gualdo Tadino (PG).

Una produzione Teatro di Dioniso con il sostegno del Sistema Teatro Torino | Teatro Gobetti di Torino | Teatro di Dioniso | Adattamento e Regia: Valter Malosti | Interpreti: Valter Malosti (Ciampa), Roberta Caronia (Beatrice Fiorìca), Paola Pace (Donna Assunta La Bella/ La Saracena), Vito Di Bella (Fifì La Bella), Paolo Giangrasso (Alfio Spanò), Cristina Arnone (Fana), Roberta Crivelli (Sarina Ciampa)

About Rossana Gombetti

Rossana nasce in provincia di Torino nel 1989. Dopo essersi diplomata al liceo artistico, nel 2012 consegue la laurea triennale in D.A.M.S (Discipline dell'Arte della Musica e dello Spettacolo) presso la facoltà di Scienze della Formazione dell'Università di Torino.Durante gli anni universitari, oltre ad avere una forte propensione per la scrittura cinematografica e teatrale, si appassiona alla fotografia, alla videoripresa e al teatro. Grazie ad alcuni stage e a piccole esperienze lavorative, in qualità di assistente casting e capogruppo, ha l'opportunità di conoscere il mondo del cinema e le diverse figure professionali che ne fanno parte, tra cui il fotografo di scena. ,Nel 2013 decide di approfondire la fotografia frequentando un corso base a Torino e dopo una breve esperienza come fotografa di scena per un cortometraggio, vuole migliorarsi ancora iscrivendosi al corso per fotografi di scena all'Accademia Teatro alla Scala. Attualmente lavora come fotografa freelance.
UA-30266169-1 Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: