Festival Dei Saraceni (CN)

Festival Dei Saraceni (CN)
Commenti disabilitati su Festival Dei Saraceni (CN), 17/12/2012, by , in Festival, Kairós, Musica

Il Festival dei Saraceni, giunto alla sua 45^ edizione, da un biennio sotto la direzione artistica di Cinzia Mela, il 2 agosto ha messo in scena nell’oratorio di Sant’Antonio di Pamparato, in provincia di Cuneo, A.M.A. – Alla Mia Anita, presentato da “La Città Invisibile”.

Tra le antiche mura dell’oratorio si sono esibiti l’attrice Eva Beriatu (Anita) e Francesco Di Giandomenico alla chitarra.
Lo spettacolo, che contempera recitazione e musica, ha ripercorso a ritroso nel tempo le tappe fondamentali di un rapporto, quello fra Anita e Giuseppe Garibaldi, lasciando intravvedere sullo sfondo del racconto gli eventi storici di cui furono protagonisti. L’amore per il suo uomo combacia con la forza dei suoi ideali politici, l’amato coincide con il suo condottiero: lo spettacolo ritrae così una duplice natura femminea, quella di Ana Maria donna gelosa, passionale, madre e compagna di un uomo, Josè – come lei lo chiamava – e quella di Anita – come lui la chiamava – soldato di Garibaldi, pronta a morire in battaglia, con in grembo l’emblema del suo essere donna.

Il Festival dei Saraceni è proseguito, con il concerto del Sator Duo, il 3 agosto a Bastia di Mondovì – nella Chiesa di S. Fiorenzo, costruita agli inizi del II millennio, con 326 mq. di affreschi realizzati a più mani dalle migliori scuole popolari del XV secolo – e nell’Oratorio di Pamparato il 4 agosto. Il Sator Duo è composto da Paolo Castellani al violino e Francesco Di Giandomenico alla chitarra, musicisti eclettici che spaziano dalla musica antica a quella contemporanea passando attraverso il jazz e l’elettronica. L’approfondita ricerca intrapresa dai due musicisti in ambito storico e musicologico, volta alla riscoperta del patrimonio di danze popolari della tradizione spagnola e sudamericana, ha permesso di selezionare un coinvolgente repertorio, presentato nelle due differenti serate, dai tanghi di Astor Piazzolla a alle danze spagnole di De Falla. Evento collaterale al festival dei Saraceni la mostra di strumenti musicali antichi “Un suono per ogni tempo” con la sonorizzazione originale di Michele Tadini.

Tags:
Festival

About Giulia Iacolutti

Nasce a Cattolica nel 1985. Dottoressa in Economia e Gestione delle Arti e delle Attività Culturali, studia fotogiornalismo a New York; a Milano consegue il diploma in fotografia di scena e video design presso l’Accademia del Teatro alla Scala. Collabora con artisti di varie discipline tra cui Virgilio Sieni, Moni Ovadia, Ismael Ivo, Michele Cafaggi, Riccardo Vannuccini, Mivos Quartet e Pino Roveredo. E’ fotografa ufficiale del Piccolo Festival FVG, Bianco e Nero Festival di Udine, Festival dei Saraceni di Pamparato e del Festival Tones on the Stones di Verbania. Dal 2013 lavora come video maker per l’Accademia del Teatro alla Scala e per il gruppo Calzedonia S.p.A. Nel 2011 vince il primo premio come miglior fotografia della 54^ Esposizione d’Arte Internazionale, La Biennale di Venezia; nel 2013 ottiene il premio “Magic Call for artist Video” con il documentario Udine / chi viene / chi va. Negli ultimi anni partecipa, tra personali e collettive, a più di una decina di esposizioni nazionali e internazionali, le più recenti: PhotoVogue a cura di Alessia Glaviano, Photolux Lucca; “Confronti” a cura di Antonio Giusa, Villa Manin di Passariano, Udine; “Territori Attuali” a cura di Alessandro Ruzzier, Rassegna d’arte contemporanea Palinsesti di San Vito al Tagliamento; “Design Photo Remix” a cura di Roberto Mutti, Milano; “Retro/scena” installazione multimediale al Piccolo Teatro Strehler di Milano; “Ti va di guardare?” a cura di Paolo Toffolutti, galleria d’arte contemporanea Casa Cavazzini, Udine; “Indian Faces” presso il Tribeca Cinema e Asia Society di New York. Ideatrice di Camera Mignon, organizza corsi di fotografia per bambini dai 6 ai 10 anni e dagli 11 ai 14 a Milano, Udine e in Provincia di Cuneo.
UA-30266169-1 Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: