Fausts Verdammnis

Fausts Verdammnis
Commenti disabilitati su Fausts Verdammnis, 03/03/2014, by , in Kairós, Opera, Teatro Musicale

Fausts Verdammnis (La Damnation de Faust) è stato composto da Hector Berlioz nel 1846 ed è stato portato alla Deutsche Oper Berlin da Christian Spuck, un giovane e promettente coreografo tedesco.

Direttore del Balletto di Stoccarda dal 1998, le sue coreografie hanno avuto molto successo in tutta Europa. Nel 2006  Spuck ha ricevuto il German Dance Prize “Future”. La sua nuova grande creazione “Poppea//Poppea” per il Gauthier Dance di Stoccarda è stata votata come una delle migliori coreografie del 2010. Dal 2012 è il direttore di “Zurigo Ballet” e questa è la sua prima produzione nella capitale tedesca.

Hector Berlioz, con la sua opera, rompe il convenzionale “Faust”, il poema drammatico del 1808 scritto da Johann Wolfgang von Goethe, troppo vasto per essere rappresentato nella sua interezza, ma ne utilizza alcuni spunti per creare una successione di eventi liberi.

La sua intenzione è quella di creare dei “quadri slegati”, ognuno con la propria atmosfera.

Vengono conservati i personaggi principali, quali Faust, Marguerite e Méphistophéles e la vicenda è ambientata in Ungheria, in omaggio alle origini della prima moglie di Berlioz, l’attrice di teatro, Harriet Smithson.

Una grande piattaforma circolare funge da scenografia ed occupa tutto il palcoscenico. E’ inclinata in modo tale da dare la possibilità a cantanti e ballerini di muoversi su essa ed ogni cambio scena è accompagnato da una sua rotazione a 180°. In questo modo si crea un ambiente superiore ed uno inferiore, collegati tra loro da due botole, come fossero quinte sceniche.

Uno spettacolo ricco di spunti, minimale nella sua messa in scena, ma ricercato nei suoi elementi, che stupiscono lo spettatore con  effetti speciali, solo in apparenza semplici. Un esempio su tutti, la passeggiata di Marguerite nell’aria “Perduta è la mia pace”. Nel suo dramma si trasforma in un moderno Gulliver nella terra dei Lillipuziani; durante la notte cammina tra le strade di un paese ungherese in miniatura, con piccole case illuminate internamente da una luce, mentre la piattaforma ruota ed il fondale si accende di un cielo stellato.

Marguerite è sola, sedotta ed abbandonata da un uomo corrotto dalla sua stessa vanità. Un dramma antico, ma mai così attuale, in una società moderna che si basa sull’apparire e sull’apparenza.

Per maggiori informazioni: Deutsche Oper Berlin

Lo spettacolo andrà in scena nei giorni 5-8 Marzo, 23-26-29 Maggio e 1 Giugno 2014 presso Deutsche Oper Berlin

Crediti dell’Opera | Opera Credits “Commedia in tre atti | musiche di Hector Berlioz | libretto di Hector Berlioz e Almire Gandonnière | ispirato alla traduzione di Gérard de Nerval della prima parte del Faust di Goethe | Deutsche Oper Berlin | Diretto da Donald Runnicles | regia e coreografie di Christian Spuck | costumi e scene di Emme Ryott | luci di Reinhard Traub e Ulrich Niepel | video di Jan Joost Verhoef | direttore del coro William Spaulding| drammaturgia di Dorothea Hartmann | personaggi ed interpreti: Faust – Klaus Florian Vogt/Matthew Polenzani, Marguerite – Clémentine Margaine/Elina Garanca, Méphistophéles – Samuele Youn/Ildebrando D’Arcangelo, Brander – Marko Mimica/Tobias Kehrer, Sopransolo – Heidi Stober/Alexandra Hutton | coro, orchestra e balletto di Deutsche Oper Berlin”

More texts of “Anna Agliardi”More photo of “Anna Agliardi”

About Anna Agliardi

Anna Agliardi nasce a Romano di Lombardia il 6 Marzo 1989. L’interesse per la fotografia arriva grazie al padre che la porta con se durante gli incontri in un circolo fotografico della zona all’età di quattro anni. Frequenta il Liceo Artistico Statale di Bergamo dove inizia il suo interesse per l’arte d i primi esperimenti con la macchina fotografica e la grafica. Nel 2012 si diploma a pieni voti presso la L.A.B.A. Libera Accademia di Belle Arti a Brescia dove frequenta il triennio di fotografia. Successivamente si iscrive all’ Accademia del Teatro alla Scala per frequentare il corso di fotografia di scena, raggiungendo in questo modo un punto di incontro tra sue passioni il teatro, la danza e la fotografia.
UA-30266169-1 Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: