Donizetti® into a Rave. Dentro il delirio

Donizetti® into a Rave. Dentro il delirio

Alla 29a edizione del Festival Danza Estate 2017, ormai conclusa, presso il Teatro Sociale di Città Alta a Bergamo si è esibita anche la Compagnia Artemis Danza di Monica Casadei con uno spettacolo vario e dinamico Donizetti® into a Rave. Dentro il delirio. Questo progetto costituisce l’ultima chiave del “Corpo d’opera”, una serie di creazioni dedicata alle figure femminili del melodramma e che vede protagoniste le donizettiane Anna Bolena e Lucia di Lammermoor.

Già dal titolo risulta chiaro la forte impronta musicale: Donizetti. E nella piacevolezza delle note del compositore, intarsiate da innesti rock e di musica contemporanea, vive e cresce quel delirio che imprime a tutto lo spettacolo ironia, allegria, felicità (evidenti nello spettacolo i sorrisi e le strane espressioni del viso che adornano i pur folli movimenti dei danzatori) passando per le ansie, le paure e gli eccessi di queste singolari donne.

Tre gli atti, intesi come deliri: “Delirio I, Anna Bolena”, “Delirio II, Pazzi per progetto”, “Delirio III, Lucia di Lammermoor”. Gli energici assoli del I e del III delirio proiettano gli spettatori nella visione e nel tormento di una coscienza (come quella di Anna Bolena) costretta nella morsa di una costipata inquietudine che esploderà nella follia di gesti estremi (come quella di Lucia di Lammermoor). Il II delirio è una parentesi ove si materializzano, negli scambi corporei dei ballerini, i rapporti fallimentari delle due donne-soliste. La linea narrativa viene così sospesa con una scena animata da una fantasiosa coralità, a rappresentare lo stato mentale delle eroine attraverso i corpi dei ballerini, dove si alternano movimenti armonici a frenetici passaggi di estrema confusione.

Scarna la scena. Un telone di plastica sullo sfondo, ricoperto da graffiti, integrato da proiezioni video a completamento della ‘narrazione’.

Simboliche e preziose le creazioni per le scene, come la gabbia indossata da Lucia di Lammermoor, nell’elegante e metaforico finale, che fortemente rappresenta il decadimento e l’annientamento della Donna.

Per informazioni Festival Danza Estate

Lo spettacolo è andato in scena il 22 giugno presso il Teatro Sociale di Bergamo.
[Ideazione coreografica, luci, scene e costumi Monica Casadei | Creato con e interpretato da Antonio Cornelj, Melissa Cosseta, Jessica D’Angelo, Roberta De Rosa, Lucas Monteiro Delfino, Andrea Dionisi, Samuel Moretti, Angela Valeria Russo, Emanuele Serrecchia, Filippo Stabile, Davide Tagliavini, Francesca Linnea Ugolini | Musiche Gaetano Donizetti | Musiche originali Luca Vianini, collettivo Knobs (Jodi Pedrali, Alessandro Cozzolino, Nicola Buttafuoco) | Elaborazione musicale Luca Vianini | Abiti Atelier Moki | Costumi-scultura Pastore e BovinaStudio Elica | Fondale virtuale Ama+zonia (foresta) Fabian Albertini | Video Fabio Fiandrini | Installazione Missed flight (gabbie) Camilla Marinoni | Tecnico Paolo Gamper | Ripetitore Ambrose Laudani | Produzione Compagnia Artemis Danza/Monica Casadei | Coproduzione Festival Danza Estate e Fondazione Donizetti di Bergamo]

About Rosalba Amorelli

Rosalba Amorelli, siciliana di origine nasce nel 1977. Dopo aver conseguito una laurea in scenografia, collabora con alcune associazioni teatrali allestendo diversi spettacoli. Comincia a fotografare da autodidatta, seguendo alcuni festival, spettacoli, rassegne musicali e partecipando anche ad alcune mostre. L'amore per il teatro la porta a frequentare il corso di alta formazione professionale per fotografi di scena presso l’Accademia del Teatro alla Scala da febbraio a giugno, che le permette di fotografare molti spettacoli in diversi teatri a Milano, e di cimentarsi anche in altri campi tra cui la fotografia di studio e il ritratto.
UA-30266169-1 Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: