Certe notti

Certe notti
Commenti disabilitati su Certe notti, 08/06/2015, by , in Danza, Kairós, Moderno Contemporanea

La prestigiosa compagnia Aterballetto porterà in scena al Piccolo Teatro Strehler di Milano, per la rassegna di danza, lo spettacolo Certe notti. La coreografia è di Mauro Bigonzetti, la musica e le poesie di Luciano Ligabue, le scene e le video installazioni di Angelo Davoli, artista reggiano prematuramente scomparso.

A firmare questo progetto, tre artisti della stessa generazione, che puntano a far dialogare tra loro espressioni artistiche diverse e a raccontare il loro universo attraverso le emozioni e la loro capacità di racchiuderle in un movimento, in un’immagine, in un motivo musicale.

Lo spettacolo procede per quadri ispirati ai testi di Ligabue e corredati, sullo sfondo, dai video di Davoli: immagini riprese nel Cantiere Morini di Montecchio Emilia con le ballerine in tutù bianchi ed i ballerini a torso nudo, dove i due elementi terra ed aria sono simboleggiati dai silos e dal cielo.

La colonna sonora è costituita da quindici brani inframezzati da poesie del cantautore e dialoghi tratti dal film Radio Freccia. Così Ligabue scrive a proposito dello spettacolo: ”Ecco allora la risposta intera (fisica, mentale e dello spirito) di un grande coreografo e di una prestigiosa compagnia di danza ad alcune delle mie canzoni. Dove il corpo non deve soccombere a testa e anima, ma viene trattato alla loro stregua. Dove, anzi, si serve di loro. Dove si fa meravigliosamente impudente con la propria bellezza e armonia, slancio, spregiudicatezza, sfide alla gravità, estensione, battito, respiro, sensualità. Dove, insomma, il corpo dimostra di avere tanti segreti da svelare. Soprattutto quelli che conosce della musica”.

L’idea di Bigonzetti per questa coreografia prende ispirazione proprio dalla notte, intesa come rigeneratrice di una realtà personale ed intima e non come oscurità. Così racconta il coreografo: “L’incontro con Luciano è stata una di quelle strane alchimie alle quali non si sa dare una spiegazione: sarà la sua straordinaria immediatezza, la sua semplicità nei rapporti con gli altri tipica dei grandi artisti,  ma da subito si è creato un forte legame. 
Siamo della stessa generazione, abbiamo vissuto gli stessi anni e le energie di quegli anni ci hanno segnato profondamente. 
È la curiosità a dar forza ai nostri animi e così ci siamo trovati a guardare uno nell’opera dell’altro e a capire che ne poteva nascere un’opera unica. 
Sinceramente trovo molto affascinante e curioso che saranno dei danzatori appartenenti ad un’altra generazione, che è la stessa che più di ogni altra ascolta la musica, a dare letteralmente forma a questo incontro”.

Certe notti alterna scene corali, duetti e soli, che, intrecciati in un intenso ritmo rockeggiante, mettono in risalto la raffinatezza e lo stile dei vari interpreti, ai quali Bigonzetti, soprattutto nei duetti, affida una parte di sè: sentimenti, sogni, gioie. Ancora una volta la qualità ineccepibile e l’eccellenza di Aterballetto lasciano il segno.

Lo spettacolo andrà in scena dal 18 al 21 Giugno 2015 al Piccolo Teatro Strehler di Milano. Le fotografie presenti nell’articolo sono relative alla messa in scena al Teatro Regio di Parma per la rassegna ParmaDanza 2014.

[Fondazione Nazionale della Danza Aterballetto | Direttore artistico: Cristina Bozzolini | Coreografia: Mauro Bigonzetti | Canzoni e poesie: Luciano Ligabue | Scene e video installazioni: Angelo Davoli | Costumi: Kristopher Millar e Lois Swandale in collaborazione con Mariella Burani Fashion Group | Luci: Carlo Cerri | Danzatori: Noemi Arcangeli, Saul Daniele Ardillo, Damiano Artale, Kektor Budlla, Alessandro Calvani, Martina Forioso, Johanna Hwang, Philippe Kratz, Marietta Kro, Ina Lesnatoswki, Valeria Longo, Ivana Mastroviti, Riccardo Occhilupo, Giulio Pighini, Roberto Tedesco, Laura Nicole Viganò, Serena Vinzio, Chiara Viscido]

More texts of “Alessia Santambrogio”More photos of “Alessia Santambrogio”

About Alessia Santambrogio

Nasce a Monza nel 1981. Da sempre amante delle immagini e della musica, dopo gli studi liceali classici ed universitari scientifici in campo biotecnologico, si dedica totalmente alla fotografia. Gli esordi sono legati ad esperienze di reportage a Parigi, cui segue un crescente impegno nella realizzazione di servizi dedicati a food, eventi e cerimonie. Lo stile giornalistico rimane la principale caratteristica delle immagini di Alessia, che realizza esposizioni presso le librerie Feltrinelli, pubblicazioni su quotidiani nazionali (Corriere della Sera, Repubblica) e su riviste specializzate (Espresso Food And Wine, Domus). Forte dell’esperienza acquisita e, soprattutto, motivata della grande passione per l’opera lirica ed il balletto, Alessia supera le selezioni all’Accademia Teatro alla Scala di Milano e consegue il diploma in Fotografia di Scena. Raccontare lo spettacolo nel suo insieme senza trascurarne i dettagli, narrare una storia ed il suo contesto descrivendo la pienezza della scena, trasmettere le emozioni dei personaggi ed il disegno armonico che li lega è alla base dell’incessante ricerca dell’equilibrio tra il tutto e le sue parti che caratterizza il suo stile narrativo.
UA-30266169-1 Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: